Go to Top

Forex: Cos'è un Trend e Quando è Forte e Affidabile

Riconosci Quando un Trend è Forte e Quando No. Migliora le tue Performance ed Evita fino al 30% di Perdite.

Iscriviti alla Newsletter

Richiedi Subito il Video

Trading Forex curiosità: 5 fatti interessanti sul forex

dollari zimbabwiani
CONDIVIDI:
  • 1K
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
    1K
    Shares

Il trading forex è un mercato non solo ricco di partecipanti e liquidità: sono molte le curiosità sul trading forex e gli aneddoti sul forex in generale che possono essere raccontati. Una volta tanto, vogliamo parlare dei fatti interessanti sul forex che non siano le solite strategie di trading, grafici da analizzare oppure dati macro economici da studiare per bene prima di investire.

Abbiamo raccolto quindi in questo articolo 5 curiosità sul forex da conoscere, che magari possono anche ampliare la vostra conoscenza generale sul trading forex. O che possono risultare degli ottimi fatti interessanti da snocciolare in presenza di amici o “colleghi” trader.

1.  Curiosità trading forex: gli USA non sono il player principale nel forex

Già, è tutto vero: una curiosità che spesso, quando raccontata, lascia di stucco anche chi opera nel trading online da anni. Per quanto riguarda il mercato forex infatti, gli USA rappresentano solamente il 19% delle transazioni giornaliere. Il vero centro di scambi lo troviamo oltreoceano: stiamo parlando del Regno Unito, che da solo rappresenta circa il 41% delle transazioni sul forex!

sterlina britannica

Ma dopotutto, non c’è da impressionarsi: ad inizio secolo scorso infatti, praticamente quasi metà delle transazioni nel forex coinvolgevano la sterlina inglese, e non il dollaro americano. Se invece mettiamo insieme le transazioni effettuate negli USA, Gran Bretagna, e Singapore, otteniamo ben il 71% delle transazioni quotidiane nel mercato del forex.

2. Curiosità trading forex: Deutsche Bank ama il trading forex

Nonostante il mercato finanziario tedesco non muova somme considerevoli nel forex, vi è una banca tedesca che al giorno d’oggi è l’entità singola che più investe nel trading forex. Le transazioni fatte da Deutsche Bank ammontano al 14,6% come quota di mercato. Seguono a ruota banche come Citi, con il 12,3% e Barclays, con l’11%.

forex market share

Il trading forex risulta essere un’attività molto redditizia per banche e affini (in media ben il 20-30% del patrimonio di una banca viene investito nel trading forex). Ma è risaputo che nel trading forex sono in pochi a “comandare”: i primi 10 partecipanti che muovono somme considerevoli nel forex, rappresentano circa l’80% di tutte le transazioni quotidiane.

Dopotutto, il forex fino a metà anni 90′ era solo “roba” per banche e corporazioni: servivano almeno 40-60 milioni di dollari per iniziare a fare trading forex. E pensare che oggi molti broker richiedono solo depositi di €100 – €200.

3. Curiosità trading forex: gli oltre 5 trilioni di dollari che il forex muove ogni giorno sono… tanti, troppi soldi

Il forex muove 5,3 trilioni di dollari al giorno: questo è uno dei primi dati che ci viene “schiaffato” in faccia quando ci avviciniamo per la prima volta al mercato del forex. Si, sono davvero tanti soldi. Questo è sicuramente il pensiero che tutti noi abbiamo avuto. Ma esattamente… quanti sono 5,3 trilioni di dollari?

mercato forex liquidità

Con tale cifra potreste tranquillamente:

  • Se spendete 1 dollaro ogni secondo, impieghereste ben 31.688 anni a spendere un “solo” trilione di dollari. Immaginate quanto ci vorrebbe a spenderne 5…
  • Raccogliendo la somma mossa in totale in solo 3 giorni di trading forex, potreste pagare l’intero debito pubblico USA (con i ringraziamenti di Trump)
  • Al prezzo di mercato di circa $23.000 potreste comprare una Toyota Prius ad ogni famiglia americana. Non una, ma ben due volte (di certo la natura ne sarebbe felice)
  • Potreste comprare 87 milioni di biglietti per i posti più esclusivi in tutti gli stadi della Premier League inglese (e considerando i costi, tre volte tanti biglietti per le tribune più costose nella Serie A)
  • Se amate davvero così tanto la vostra squadra di calcio locale, potreste regalargli Messi. Anzi, considerata la valutazione di mercato di circa $330.000.000 di Messi, potreste regalare ben 12.077 Messi e mezzo alla vostra squadra locale (proprio se vi piace vincere facile)
  • Se invece siete in vena di follie e la conquista del mondo è sempre stato il vostro sogno nel cassetto preferito, potreste assumere oltre 301 milioni di soldati, dato che la paga media per un cadetto ai primi anni di esperienza nell’esercito USA è di circa $17.000 – $19.000

4. Curiosità trading forex: le radici del trading forex risalgono a tempi biblici

Se il mercato del forex moderno inizia nel 1973, quando termina l’accordo di Bretton-Woods siglato nel dopoguerra della Seconda Guerra Mondiale e quando Reuters introduce computer, monitor e server per gestire le transazioni nel mercato del forex, in realtà le sue radici risalgono a tempi ancora molto più antichi. Più precisamente, a tempi biblici.

trading forex storia

Infatti, vi sono riferimenti a “scambiatori di valute” addirittura nel Talmud, uno dei testi sacri più antichi relativi alla religione Ebraica. Questi personaggi, si occupavano di aiutare viaggiatori e mercanti a cambiare le proprie monete: compravano quindi la loro valuta e gli vendevano la valuta locale. E nel processo, ovviamente, si tenevano per loro una bella commissione.

5. Curiosità trading forex: la peggiore inflazione nella storia delle valute

Se ci state leggendo, sicuramente non avevate aperto una posizione long sulla valuta dello Zimbabwe nel 2008, o negli anni precedenti. In quell’anno infatti, il tasso di inflazione toccò la quota record di 79.600.000.000%. Il risultato era il seguente: un solo dollaro USA, valeva ben 2,621,984,228 dollari Zimbabwiani.

dollari zimbabwiani

Banconote di questo genere, come potete vedere dall’immagine, erano l’unico modo per tentare di tenere a galla l’economia del paese. Ma fu tutto inefficace, dato che l’inflazione continuava a crescere a dismisura. Per fare un banale esempio: il 4 Luglio 2008, alle ore 17.00 una bottiglia di birra costava circa 100 miliardi di dollari zimbabwiani. Se però per caso, i vostri amici tardavano e come risultato arrivavate al bar un’ora dopo, a causa dell’inflazione la stessa bottiglia di birra ora costava 150 miliardi di dollari zimbabwiani.

 


CONDIVIDI:
  • 1K
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
    1K
    Shares